giovedì 16 agosto 2012

Andrea's readings #2 - Acqua Buia



Eccomi qui a scrivere un altra recensione...ultimamente ho letto molto!!
Il libro di cui voglio parlarvi oggi è Acqua Buia di Joe R Lansdale, edito in italia da Einaudi.
E' il primo romanzo di Lansdale che leggo, anche se è da molto che volevo leggere qualcosa di suo ma ammetto che sono stato attratto da questo libro principalmente per la copertina, non so perchè ma una palude buia tendente al blu scuro con della vegetazione selvaggia e una luna piena coperta da nuvole mi ha attratto e nonappena letto la trama sul retro ne ero già conquistato.
Questo romanzo è ambientato nel Texas degli anni 30, un Texas pieno di razzismo, di maschilismo e di corruzzione. Un ambiente descritto molto bene, afoso, oppressivo che farebbe venir voglia a chiunque di scappare.
La protagonista principale del libro è Sue Ellen è una ragazza dall'animo forte e combattivo che contrasta con i suoi linemamenti abbastanza delicati essendo bionda con gli occhi azzurri. Assieme a Sue Ellen troviamo Therry e Jinx. Therry è un ragazzo intelligente, a tratti tenebroso e omosessuale mentre Jinx è una ragazza di colore dal carattere irritabile e miscredente
.
Una ragazza emancipata, un ragazzo omosessuale e una ragazza che non crede in Dio nel texas degli anni 30, mi sembravano tutti gli ingredienti per un buon libro.

La storia inizia con il ritrovamento del cadavere di May Lynn, amica dei protagonisti. Il corpo della ragazza era stato buttato nel fiume con una macchina da cucire legata ai piedi. May linn voleva fare l'attrice e cercare fortuna ad Hollywood, così che i tre ragazzi, dopo una serie di vicessitudini che li porteranno in possesso di una bel gruzzoletto di soldi rubati, decidono di onorare la memoria dell'amica portandone le ceneri in viaggio lungo il fiume Sabine a bordo di una zattera fino alla mecca del cinema.
Ovviamente il viaggio non sarà tutto rose e fiori, dovranno affrontare i pericoli del fiume, le minacce delle persone che troveranno lungo il loro percorso, ma troveranno anche aiuto da altre persone, e dovranno sfuggire a Skunk, un cacciatore di taglie dai tratti demoniaci che è stato messo alle loro calcagna per recuperare i soldi rubati. I ragazzi dovranno affrontare dunque non solo le forze umane ma anche le forze della natura in un avventuroso viaggio che li porterà verso la crescita, verso una maggior consapevolezza di loro stessi e a saldare la loro amicizia.

Per quanto mi riguarda il libro è molto ben scritto, scorrevole. I dialoghi sono interessanti e a volte molto “filosofici” che mi hanno indotto a divagare con il pensiero in ragionamenti sui massimi sistemi. Il viaggio anche se avventuroso è molto lineare e non ci sono eccessivi colpi di scena, pur non essendo mai scontato. La cosa che mi è piaciuta di più di questo racconto è il fatto che si riesce a percepire il processo di maturazione dei personaggi che porterà alla fine del libro alcuni di loro ad essere caratterialmente completamente diversi rispetto all'inizio.

Insomma un bel libro che consiglio a chiunque volgia provare qualcosa di diverso.

Link: